Complessità e contraddizioni all’interno di una coppia di fronte alla scelta dei materiali per la casa.

Immaginatevi la scena: lui e lei vanno in un negozio per rifare casa. Secondo voi la scelta sarà univoca? O sarà combattuta?

Dopo anni trascorsi alla vendita al dettaglio di materiali per la casa e arredamento, ho sempre trovato molto divertente la competizione e la lotta sotterranea che si crea all’interno della coppia.

A lui piacciono i colori scuri, i contrasti, il minimalismo estremo. A lei piacciono i colori caldi, generalmente tranquillizzanti e naturali (come il beige nelle sue sfumature, o l’ albicocca e affini), ed è per un design meno prepotente, magari con l’inserimento di cornici o greche.

In base alle scelte effettuate, riusciamo a capire chi, all’interno della coppia, nell’arredamento (e non solo) ha più voce in capitolo o è più decisionale.

Un altro capitolo divertente è la scelta delle luci, giusto per farvi capire i due estremi: lui vuole un’ illuminazione estremamente tecnica come cavetti d’acciaio e faretti mentre lei predilige lampadari più arzigogolati, più lavorati e più riempitivi.
La luce, tra l’altro, è un elemento importantissimo in una casa: studi specifici dimostrano che vivere in un ambiente luminoso regala un’immediata sensazione di benessere, fisico e mentale. (Vale quindi una litigata durante la scelta!!).

Anche tra me e mio marito è successa esattamente la stessa cosa e continua a succedere su qualsiasi cosa si debba decidere, dal colore della macchina e dei sedili, alla finitura della parete di casa, ai fiori da mettere in giardino…..
(Chi è dominante non ve lo dico però !!).

Detto ciò è subito chiaro come l’architetto abbia un evidente dovere, oltre che innumerevoli responsabilità: non solo creare la casa ideale, ma interpretare la psicologia della coppia che ha di fronte e trasferirla nel progetto.

La casa è la rappresentazione del nostro interno. Di noi stessi. Di un luogo dove stare bene. Le case delle persone che vivono bene dentro sono immediatamente riconoscibili, non dipende dalla ricchezza ma dall’armonia. Le case hanno un’anima.

2018-05-04T10:34:48+00:00

Leave A Comment