Edra è un’azienda che mi ha sempre affascinato: divani, poltrone, sedie, tavoli e molto altro.
Una realtà poliedrica che lascia davvero affascinati per la moltitudine e la eterogeneità dei prodotti che presenta.
Stili, forme, colori e materiali si mescolano con maestria per creare prodotti davvero unici, con un gusto ricercato e con l’intenzione, riuscita, di proporre oggetti che stupiscano.
Al Salone del Mobile, quando ho avuto modo di osservare le collezioni di tavoli come Baghdad, Brasilia, Capriccio e Cicladi, ho potuto constatare di persona tutto questo!
Ognuna di queste collezioni è, infatti, un mondo a sé: forme irregolari, materiali scelti con accuratezza e gusto unico, sono le loro caratteristiche.
E lo stupore è uno degli stati d’animo che maggiormente rappresentano questi oggetti. Oggetti che come nel caso dei tavoli Baghdad, raccontano una vera e propria storia: basti pensare che questo tavolo ha il piano costituito da circa 700 profili d’alluminio estruso, tutti diversi tra loro, saldati con grande maestria e sapienza manuale sulla planimetria della capitale dell’Iraq.
O ancora la collezione Cicladi che con il piano in alabastro di diverse altezze e colori, con perimetro irregolare e frastagliato ricorda molto da vicino le omonime isole viste dall’alto.
E come si fa a non restare meravigliati davanti a tutto questo?
L’arredamento di Edra che racconta storie con le sue forme uniche e i suoi materiali ricercati.

2018-11-09T14:17:53+00:00

Leave A Comment